IL RE DELLE VESPE

Dott. Luciano Schiazza
Specialista in Dermatologia e Venereologia
Specialista in Leprologia e Dermatologia Tropicale
Via Cesarea, 17/4
16121 Genova
cell 335.655.97.70 - studio 010.590270
www.lucianoschiazza.it

re delle vespe

Oltre tre centimetri di lunghezza, colore nero lucido come la pece, mascella superiore (detta mandibola) incurvata di demonico aspetto, con due appendici lunghe quasi quanto le zampe anteriori:  il suo nome è Megalara garuda, il re delle vespe.

re delle vespe

Il nome deriva da greco Mega, quindi grande, e dalle ultime quattro lettere del genere Dalara (proprio del sudest asiatico), a cui pare essere strettamente correlata. Garuda è invece il simbolo nazionale dell’indonesia, metà uomo metà aquila, conosciuto come il re degli uccelli, messaggero alato degli dei nella mitologia Hindu.

La scoperta è recente ed è opera di due esperti, l’entomologa Lynn Kimsey dell’Università della  California e Michael Ohl dell’Università Humboldt di Berlino. La prima, nel sud-est dell’isola indonesiana di Sulawesi, ha trovato questa vespa in una trappola per insetti. Non avendone conoscenza ha chiesto aiuto all’esperto tedesco che ne ha scovata una identica nel  Museo naturalistico della città di Berlino, risalente al 1930, allorché fu destinata al museo da una spedizione reduce dall’Indonesia nel lontano 1930.

re delle vespe

Le dimensioni delle mandibole troverebbero giustificazione nell’atto dell’accoppiamento, al fine di trattenere la femmina, piuttosto che a strumento di difesa, anche se quest’ultima ipotesi non può  essere esclusa.

Ipotesi e non certezze poiché nulla si sa del suo comportamento in natura, avendo i ricercatori osservato solo esemplari morti.

Se confrontiamo questa vespa indonesiana con una delle nostre,

ci rendiamo conto che il titolo di re delle vespe non è usurpato