BLACK HEEL

Dott. Luciano Schiazza
Specialista in Dermatologia e Venereologia
Specialista in Leprologia e Dermatologia Tropicale
Via Cesarea, 17/4
16121 Genova
cell 335.655.97.70 - studio 010.590270
www.lucianoschiazza.it

Il black heel (talon noire, petecchie calcaneali) è una lesione benigna traumatica, asintomatica, di colore nerastro che si localizza a livello della superficie posteriore o postero-laterale del tallone. Si manifesta principalmente in giovani atleti, adolescenti o giovani adulti, che esercitano con una certa assiduità attività sportive quali il calcio, la pallacanestro ed il tennis. Ovviamente non sono escluse le altre età nel caso in cui si creino le condizioni propizie.

Una lesione simile chiamata “black palm” (tache noir) è stata descritta sulla eminenza thènar di sollevatori di pesi, ginnasti, golfisti, tennisti, ciclisti (mountain bike).

Clinicamente si manifesta con una o due macchie di colorito nerastro, di forma vagamente ovalare, a maggior asse orizzontale, costituite da elementi puntiformi bruno-nerastri che risultano essere emorragie puntiformi raggruppate, con conservazione dei dermatoglifi.

I traumatismi lievi ma ripetuti (es. i salti, gli arresti improvvisi) a cui inevitabilmente l’attività sportiva sottopone le cute (in particolare la regione posteriore e postero-laterale del tallone, dove il sottile strato cutaneo interposto tra la tuberosità del calcagno e la calzatura offre ben poca protezione ai capillari) determinano delle modeste emorragie dai piccoli vasi del derma. Si formano così dei piccoli ematomi che lentamente vengono sospinti verso la superficie.

Lo spessore dello strato corneo caratteristico della sede di localizzazione del “black heel” costituisce una situazione anatomica particolarmente favorevole all’evidenziazione clinica dell’affezione. Non solo permette infatti, intrappolandolo, l’accumulo del pigmento, ma anche lo preserva dalla distruzione.

Il “black heel” si risolve spontaneamente (in alcuni mesi) sia interrompendo l’attività sportiva, sia utilizzando calzature più morbide oppure interponendo materiale protettivo tra queste la cute.

La sua comparsa improvvisa può destare apprensioni visto che l’aspetto può simulare un melanoma. In quest’ultimo caso però è assente l’aspetto puntiforme del “black heel”, mentre possono esservi variazioni di colore nell’ambito della stessa lesione.

Anche le verruche volgari plantari spesso pigmentate possono confondersi col “black heel” ma esse sono facilmente riconoscibili perché nettamente delimitate da un orletto di cute ipercheratosica a livello della quale si interrompono i dermatoglifi.

Le foto allegate si riferiscono ad un giovane calciatore, con lesioni tipiche ad entrambi i talloni.

Black heel
Particolare tallone destro
Black heel
Particolare tallone destro
Black heel
Particolare tallone sinistro
Black heel
Particolare tallone sinistro