English version

TRICOMICOSI ASCELLARE

(Trichomycosis Palmellina, Trichobacteriosis Axillaris)

Dott. Luciano Schiazza
Specialista in Dermatologia e Venereologia
Specialista in Leprologia e Dermatologia Tropicale
Via Cesarea, 17/4
16121 Genova
cell 335.655.97.70 - studio 010.590270
www.lucianoschiazza.it

La tricomicosi ascellare è una infezione batterica superficiale benigna che si localizza ai peli ascellari e, con frequenza minore, a quelli pubici (tricomicosi pubica).
Non è dunque una infezione da funghi come il nome suggerirebbe. E’ dovuta infatti a batteri difteroidi gram+ del genere Corynebacterium (soprattutto il C. tenuis).

Trichomycosis axillaris

La malattia si manifesta con noduli o concrezioni di colore giallo (il più frequente), nero o rosso (più comune nei paesi tropicali) che circondano e aderiscono al pelo che appare ispessito. La cute del cavo ascellare è normale.

Il diverso colore può dipendere dalla diversa specie di Corynebacterium che determina l’infezione oppure dalle modificazioni chimiche locali da lui indotte.

Talvolta la sostanza cementante che fa aderire i batteri al fusto del pelo può danneggiarlo, rendendo il pelo fragile e soggetto a rotture.

Il sudore può colorarsi della tinta dell’infezione macchiando gli indumenti dello stesso colore.

La malattia si manifesta sia nei climi temperati sia in quelli tropicali, dalla pubertà all’età adulta, in entrambi i sessi e in qualunque razza. Il fatto che sia osservata più negli uomini rispetto alle donne può essere messa in relazione all’abitudine femminile di radere i peli ascellari.

La tricomicosi ascellare è asintomatica: sono spesso il cattivo odore e l’eccesso di sudorazione ascellare i motivi che svelano la sua presenza.

La terapia di questa infezione si basa sulla pulizia con acqua e sapone e l’applicazione di benzoilperossido (in gel o come detergente).  Efficaci anche antibiotici quali la clindamicina e l’eritromicina applicati localmente.

La rasatura dei peli ascellari è uno strumento utile ad affrontare tale infezione.

Per prevenire la ricomparsa della tricomicosi è bene mantenere puliti e ben asciutti i cavi ascellari utilizzando prodotti adsorbenti e/o antitraspiranti.