FAQS

Candidosi genitale

 

Che cos’è?

E’una infezione determinata da alcuni funghi chiamati lieviti. In particolare si tratta di lieviti del genere Candida, rappresentati soprattutto dalla Candida albicans.

Che tipo di fungo è la Candida albicans?

La Candida albicans è un fungo che normalmente vive come ospite innocuo nell’intestino, in vagina.

Se è innocua, perché determina malattia?

 Alcune condizioni, modificando equilibri locali o alterando i meccanismi di difesa immunologia del soggetto, in alcuni casi possono trasformarla in modo da renderla causa di malattia.

Quali sono queste condizioni?

  • la gravidanza e l’uso di contraccettivi orali

  • alcune malattie quali ad esempio il diabete

  • l’uso di alcuni farmaci (antibiotici, cortisonici, ecc.)

  • condizioni di salute precarie e di cattiva nutrizione

  • situazioni in cui il nostro sistema difensivo non è in grado di svolgere completamente le sue funzioni.

  • una non corretta effettuazione dell’igiene intima.: infatti essendo l’ingresso della vagina vicino all’ano, l’abitudine di lavarsi partendo dall’ano proseguendo in avanti verso la vagina, può essere la causa della contaminazione a partenza dal canale intestinale.

  • l’abitudine ad usare di propria iniziativa lavande vaginali disinfettanti

  • l’uso di vestiti molto stretti, attillati talora sintetici che creano condizioni locali di minore ventilazione e quindi inducono un clima caldo-umido che favorisce la macerazione e lo  sfregamento

Perché i rapporti sessuali possono essere la causa della candidosi?

Indagini microbiologiche eseguite sulle urine e sullo sperma di partners maschi di femmine affette da candidiasi, hanno confermato la presenza di questo lievito nei maschi, confermando come un terzo della patologia genitale da candida possa ritenersi conseguente a rapporti sessuali.

Come si manifesta la candidiasi nella femmina?

Con una vulvovaginite.

Cioè?

La vulva si presenta infiammata e la vagina arrossata e ricoperta di placche biancastre.

La vulvovaginite può dare dei sintomi?

SI.  Perdite vaginali color latte e talvolta quasi fosse pus. Inoltre è comune prurito, bruciore e dolore locali.

A che età è più comune la vulvovaginite candidosica?

E’ più frequente nell’età compresa tra i 16 ed i 30 anni.

Come si manifesta nel maschio?

Nell’uomo la Candida albicans  determina una balanite (infezione che interessa il glande) o balanopostite (infezione che interessa glande ed il prepuzio) con prurito, bruciore ed arrossamento intenso del glande e del foglietto interno del prepuzio. Nei casi più gravi si può instaurare un restringimento del prepuzio con difficoltà o impossibilità di scoprimento del glande.

L’infezione da Candida può dare delle complicazioni?

SI. Una possibile complicazione, per entrambi i sessi, è l’uretrite. Se grave può provocare abbondante secrezione bianco-verdastra, arrossamento e sensazione di prurito all’orifizio uretrale esterno; nelle forme più lievi, sensazione di prurito alla prima minzione del mattino e l’emissione di una singola goccia di secrezione.

Come si capisce che l’infiammazione dipende dalla Candida?

La diagnosi si fonda sull’aspetto delle manifestazioni a livello genitale e sulle conferme dei tests di laboratorio.

La candidiasi genitale si può curare?

Certamente. E’ importante però che entrambi i partners (anche se uno non presenta infezioni in atto) siano contemporaneamente trattati per evitare trasmissioni “a ping-pong” dell’infezione.

 

Links consigliati: Faqs | Domande e Risposte | Articoli |